martedì 31 marzo 2015



Riparte il

"PRESTITO DELLA SPERANZA" 


dopo circa un anno di stand-by, il “Prestito della Speranza”, l’accordo tra la CEI e il gruppo Intesa Sanpaolo, il cui obiettivo principale per il biennio 2015-2016 è quello di erogare più credito alle famiglie e persone in temporanea difficoltà (cinquantenni espulsi dal sistema produttivo, genitori separati, coppie di lavoratori non stabilizzati, adulti disoccupati) e favorire il finanziamento di microimprese, generando quindi nuovi posti di lavoro. A partire dal mese di marzo 2015 è stato riproposto su tutto il territorio nazionale nelle filiali specializzate del gruppo Intesa Sanpaolo e prevede due distinte forme di credito:

·         Credito sociale destinato alle famiglie e persone fisiche in situazione di vulnerabilità economica e sociale, con un prestito di importo massimo di 7.500 euro con un tasso fissato al 2,50% e rata mensile di circa 138 euro;

·         Credito fare impresa destinato alle microimprese a bassa capitalizzazione o di nuova costituzione, con un prestito erogato in unica soluzione dell’importo massimo di 25.000 euro con un tasso fissato al 4,60% e rata mensile stimata intorno ai 468 euro.

La durata del prestito per entrambe le forme, è di complessivi 6 anni di cui 5 di ammortamento che decorrono dopo 12 mesi dalla prima erogazione.
Caritas Porto – Santa Rufina, è sportello territoriale per il Prestito della Speranza, a cui è affidata la valutazione iniziale e l’inoltro della richiesta a Banca Intesa tramite una piattaforma online. Di fondamentale importanza sarà il ruolo del parroco e laddove sia presente, del centro d’ascolto, per la conoscenza, l’accoglienza e una prima valutazione della singola situazione familiare (serietà ed affidabilità della famiglia, o dell’impresa). I due punti di ascolto per il “Prestito della Speranza” sono predisposti presso il Centro “Santi Mario Marta e figli” a Ladispoli e l’ufficio Caritas presso la Curia a La Storta.
Inoltre, tra breve sul territorio diocesano sarà operativo il progetto “L’Ora Un decima” un progetto di inserimento lavorativo con forme di micro credito e contributi a fondo perduto a favore delle nuove imprese.